Amazon Vs eBay Vs eCommerce

da | 1 Feb 2022 | Blog & News

eCommerce Vs Amazon Vs eBay – Transizione digitale

Dove conviene vendere?

La domanda che si pone ogni commerciante è quale sia il posto giusto dove vendere o essere visibili online.

Le possibilità sono molteplici, si può vendere su eBay, Amazon o gli altri Marketplace.

Si può puntare alla visibilità dei social che permettono di condividere prodotti sulle pagine Business o ad un progetto più strutturato come un sito eCommerce. Vediamo in dettaglio  le differenze.

Il cliente oggi si aspetta di poter comprare online e offline senza distinzione.

Marketplace

Amazon e eBay sono tra le prime scelte di chi sa affaccia alla vendita online, sono leader per tanti motivi.

Prima di tutto sono molto visitati, garantiscono visibilità ai prodotti, è relativamente semplice caricare i prodotti. Gli account business hanno un canone di abbonamento mensile che costa meno di una bolletta, alla portata di tutti. Ma attenzione alle commissioni, possono erodere 10-15% del prezzo, inoltre la competizione è serrata, difficile poter garantire un prezzo competitivo.

In definitiva i Marketplace sono facili da approcciare, ideali quando si comincia, di contro farne un business profittevole richiede analisi approfondite.

Si rischia di vendere senza guadagni se non addirittura in perdita una volta sottratti tutti i costi.

Social Network

Utilizzare i Social Network per pubblicizzare il proprio negozio e vendere i propri prodotti è un approccio sostanzialmente diverso. Vendere su una pagina Facebook o su un canale Instagram è gratuito, nessun canone mensile, è sufficiente convertire i propri account facendoli diventare Business. La gestione delle vendite sui social Meta, Facebook, Instagram e Whatsapp permette di entrare in contatto col proprio pubblico di riferimento. Non c’è competizione perché gli utenti si trovano sui vostri canali, e rappresentano una versione semplificata dell’offerta di un negozio fisico. Le pagine prodotto sono essenziali e spesso non è possibile chiedere al cliente di completare l’acquisto sul social. Inoltre è bene tenere presente che i social monetizzano con le campagne marketing o i cataloghi a pagamento che garantiscono maggior visibilità. In sostanza la gestione attiva delle pagine e delle campagne promozionali a pagamento sono necessarie a raggiungere potenziali clienti e vendite.

Ma quindi, cosa mi conviene utilizzare?

Non c’è una risposta univoca, ogni negozio, commercio ha caratteristiche uniche che richiedono valutazioni differenziate.

C’è una cosa che accomuna tutte le soluzione analizzate finora: Sono ospitate in casa d’altri e non sono proprietarie del loro inventario digitale.

C’è un canale per la vendita di cui non ci siamo ancora occupati, il sito eCommerce, l’online per antonomasia.

Richiede un investimento per partire, la forbice è ampia e dipende molto dalle ambizioni del cliente, per semplificare diciamo da poche centinaia di euro a decine di migliaia.

E’ un forbice bella larga, come c’è differenza tra un negozio a gestione familiare che vende prodotti artigianali e un Minimarket con decine di migliaia di prodotti e casse automatiche.

Ma sono entrambe attività commerciali, l’importante è capire di cosa si ha bisogno.

Il C@stello del Re

La forza di un sito eCommerce è la possibilità di modularlo sui bisogni del proprio business, è la base perfetta per adattarlo, modificarlo, farlo crescere.

Il sito rappresenta l’Hub, il cuore pulsante e può essere connesso con i Marketplace e con i Social.

In questo modo un prodotto presente sull’eCommerce può essere automaticamente condiviso sulle pagine Facebook o sul profilo Instagram, su eBay e su Amazon in maniera totalmente sincronizzata.

Ogni servizio viene implementato in base alle esigenze di ognuno, ma resta forte al centro l’identità del proprio brand grazie al sito web.

Facendo una metafora è come passare dal vassallaggio dei marketplace, cioè lavoratori di un terreno altrui, a diventare feudatari, proprietari di quel terreno perché dati e prodotti sono tutti nostri, inespugnabili e indipendenti.

Da lì i prodotti poi condivisi sui servizi esterni, pronti ad adattarsi ai nuovi social, ai nuovi marketplace, più in generale alle nuove sfide che il mercato saprà offrire.

NEMO

In  NEMO abbiamo sempre creduto molto in questa visione Omnicanale, ed a lungo mi sono interrogato personalmente su un grosso ostacolo per rendere fluida la gestione, ovvero come velocizzare la parte noiosa e macchinosa: caricare i prodotti sull’ eCommerce.

Questo fa NEMO: come prima cosa permette di digitalizzare il proprio inventario nella maniera più smart, velocemente e semplicemente.

Basta un click, il prodotto presente in negozio ha un suo fedele alter-ego digitale, con foto, titoli, descrizioni pronto ad andare online, sul proprio sito web, col giusto layout, visibile sia da smartphone che da Desktop, poi da lì condividerlo poi sui Social e sui Marketplace.

 Se non hai ancora un sito eCommerce non preoccuparti, e sopratutto non farti prendere dallo sconforto, c’è una soluzione alla portata di ogni business. Con i nostri partner abbiamo creato diverse soluzioni sia per i neofiti che vogliono cominciare la loro transizione digitale che per realtà affermate che voglio uno strumento più performante e cucito sulle loro attuali esigenze.

L’importante è cominciare col piede giusto, col nostro team siamo in grado di assisterti in questo incredibile viaggio di transizione verso il commercio di domani, il retail 4.0.

Oppure se hai una web agency di fiducia penseranno loro ad integrare la nostra soluzione smart, il One Click Load, nel tuo progetto.

Non esitare a contattarci, siamo felici di aiutarti.

Leggi gli altri articoli

il Customer Journey, come gestirlo?

il Customer Journey, come gestirlo?

Every Journey has a beginning, even Customer Journey Come gestire il Customer Journey? Customer Journey  significa letteralmente il viaggio del cliente, si riferisce a quel percorso che ogni persona fa partendo dal momento in cui veniamo in contatto per la prima volta...

Cos’è NEMO?

Cos’è NEMO?

NEMO è una risposta alla domanda che il commercio al dettaglio ha fatto.

Si parla di Digitalizzare il commercio, si parla di Retail 4.0, si parla di online, di Offline, della fusione tra questi due mondi, si chiama OnLife.